Il borgo spopolato sui monti abruzzesi

Solo due piccole viuzze e una manciata di case delineano la topografia di questa piccola frazione dell’entroterra abruzzese.

Alle piccole casette in muratura di tradizione contadina, si sono col tempo affiancate costruzioni più moderne, tutte però accomunate da una costante: quella del silenzio. Le serrature velate da ragnatele, i vetri offuscati dalla polvere ed i fiori appassiti sui balconi, risentono della mancanza degli inquilini.

Da un balcone fanno capolino delle tute da sci, ormai scolorite. Uniche tracce di una presenza umana che si rivela anche nella sua assenza.

Commenti
error: Content is protected !!