Il convento degli Osservanti

 

Gode di una splendida posizione panoramica, su una vallata immersa nel verde a ridosso di un bellissimo borgo medievale, eppure questo storico convento francescano è ormai da decenni in uno stato di assoluto abbandono.

Fondato sul finire del XV sec. dai Francescani Osservanti, e pesantemente restaurato tre secoli dopo, il convento divenne ben presto un polo di aggregazione religiosa piuttosto importante e vivace per le campagne circostanti. L’importanza di questo monastero è facilmente ravvisabile dalla grandezza degli spazi (migliaia di metri quadri con un enorme parco), dalle architetture di pregio e dal fatto che molti noti artisti nel medioevo furono chiamati a decorare la chiesa. Preziose opere d’arte, oggi sono ospitate nei musei civici e nelle pinacoteche locali, abbellivano le nicchie e le cornici di questo convento. Gli affreschi e le decorazioni a stucco rimasti in loco, continuano invece a deteriorasi, a partire dai bellissimi medaglioni del chiostro raffiguranti i santi francescani, ormai divorati dalle muffe.

La situazione non rincuora nella splendida chiesa settecentesca con volte a crociera, abbellita da altari minori lungo le pareti e cappelle laterali. Le colonne ed i bassorilievi in marmo sembrano resistere più facilmente al tempo, ma la maggior parte degli affreschi è ormai irrecuperabile. I mattoncini degli altari crollati, accatastati ordinatamente, rivelano i recenti tentativo di restauro interrotti per mancanza di fondi.

Il convento venne definitivamente chiuso intorno alla metà dell’Ottocento, diventando di proprietà comunale. Purtroppo, nonostante le numerose iniziative volte al recupero e alla riqualificazione della struttura, questo scrigno d’arte francescano resta abbandonato a sé stesso.

 

 

The following two tabs change content below.
Fotografa professionista, esploratrice incallita e amante della storia e delle storie che anche il rudere più anonimo può raccontare. Profilo Facebook : LINK