San Giovanni in Val di Lago: la chiesa dei templari

C’è un sottile filo magico che collega la storia di questa piccola chiesetta ottagonale della Tuscia a Gerusalemme.

La leggenda narra che San Giovanni in Val di Lago venne fondata dai Templari nel corso del Cinquecento, lungo un tratto di Francigena gravido di storia e simbolismi, ma lasciato in un totale stato di abbandono. Anche la scelta del luogo aveva un suo mistico perché: questa località, ai margini del lago di Bolsena, faceva parte di una “geografia sacra” che la collegava idealmente con Gerusalemme.

A supportare questa interpretazione ci sarebbero le diverse tesi che si concentrano sulle simmetrie e la conformazione simbolica della chiesa. Già la pianta ottagonale richiamerebbe la valenza del numero otto che, nel simbolismo sacro, equivale al punto mediano tra il cerchio rappresentante il cielo e il quadrato riferito alla terra.

Pur volendo tralasciare queste teorie, è difficile non restare ammaliati dall’aura magica di San Giovanni in Val di Lago, rimasta inalterata nei secoli. Quando il sole inizia a calare, la luce calda della golden hour ammanta ogni cosa dando alla chiesetta una connotazione quasi ultraterrena.

Continua a leggere
Condividi su:
error: Content is protected !!