L’acquapark a secco

Stretto tra la splendida scenografia montana degli Aurunci e il litorale laziale, questo piccolo acquapark era una ricercata oasi di svago e tranquillità.

Qui, nella bella stagione, venivano organizzate feste, cerimonie e serate di ballo tra scivoli e sdraio a bordo piscina. Un’area di ben 18.000 mq2 con gazebo, solarium, discoteca, area ristoro, minigolf e un grande parco dove poter trovare riparo dal sole.

Tutto finì intorno al 2014, dopo oltre vent’anni di attività, forse per problemi di gestione, lasciando le sue strutture in balia del tempo.

Nella piccola selva che si è venuta a sostituire al parco, a malapena si riesce a scorgere i tre scivoli principali. Le abbondanti piogge dei giorni precedenti, hanno contribuito a riempire alcune vasche, ormai ricolme di foglie secche.

Pochissime le tracce dei tempi d’oro in quest’acquapark abbandonato, ora rifugio di senza tetto e sbandati. Tutto ciò che resta è una grande desolazione per questo piccolo eden dimenticato da tutti.

Commenti
The following two tabs change content below.
Fotografa professionista, esploratrice incallita e amante della storia e delle storie che anche il rudere più anonimo può raccontare. Profilo Facebook : LINK
error: Content is protected !!